Mastoplastica Additiva

per seno piccolo

L’obiettivo di un intervento di Mastoplastica additiva è quello di migliorare l’aspetto del seno, aumentandone le dimensioni con un risultato naturale alla vista e al tatto, con l’utilizzo di protesi, posizionate dietro la ghiandola mammaria o dietro il muscolo gran pettorale.

CANDIDATE

Quando si ha uno svuotamento accompagnato da un leggero rilassamento del seno, a causa di rapidi dimagrimenti, gravidanze e allattamento, o in caso di mammelle asimmetriche.

L’intervento non altera l’integrità della ghiandola, quindi è compatibile con un eventuale futuro allattamento ed è possibile già dai 18-20 anni in poi .

L’intervento ha una durata molto contenuta, circa 40-50 minuti,ed è effettuato in regime di day surgery.

VISITA PRELIMINARE

E' il momento più importante per la valutazione del caso e la programmazione dell'intervento.

La paziente potrà cosi toccare e sentire un tipo di protesi, per poter far capire ciò che avrà nel suo corpo, e verrà portata per mano nella scelta dell’impianto più idoneo, al fine di ottenere un risultato armonioso, in quanto lo stesso impianto inserito in pazienti diverse non produrrà mai lo stesso risultato.

FATTORI

Nella programmazione di una mastoplastica additiva, bisogna tener conto di diversi fattori:

  • conformazione del seno:
    - distanza tra capezzolo e capezzolo;
    - distanza tra capezzolo – fossetta giugulare;
    - distanza tra solco mammario- mammelle;
    - distanza tra capezzolo- solco mammario.
  • spessore della pelle
  • spessore dell’impianto
  • diametro e proiezione della protesi

POST OPERATORIO

Al termine dell’intervento ci sarà una medicazione che sarà rimossa dopo 24-48 ore, al posto della quale verrà chiesto di indossare alla paziente un reggiseno contenitivo.

Ci sarà un lieve gonfiore e qualche ematoma per 1 o 2 settimane con eventuale dolore al petto o nei movimenti delle braccia.

Le suture verranno rimosse alla 7°-14° giornata dall’intervento;

Mastoplastica Correttiva

Si intendono tutti quegli interventi che hanno lo scopo di correggere anomalie di forma della mammella di tipo congenite riguardanti la forma o il volume oppure acquisite, conseguenti a precedenti mastoplastiche.

L’intervento si può eseguire sia in anestesia generale che in anestesia locale con sedazione.

La durata può variare dai 90 minuti circa alle 2 ore per i casi più complessi.

POST OPERATORIO

Mastopessi prima intervento

Medicazione compressiva per 24-48 ore, rimozione delle suture dopo 10-14 giorni.

Possibili ematomi e gonfiori per 1-2 settimane dopo l’intervento con dolore nei movimenti delle braccia.

Reggiseno contenitivo sportivo per un mese.

RIPOSO

E’ necessario che nei primi 5-6 giorni ci sia riposo senza svolgere lavori che prevedano movimenti importanti o sforzi con le braccia.

Mastoplastica riduttiva

per seno grande

L’eccessivo peso delle mammelle pone problemi di natura estetica e funzionali con conseguenze spiacevoli alla colonna vertebrale (cifosi e scoliosi).

La mastoplastica riduttiva comporta la simmetrica esportazione di una o più porzioni di tessuto ghiandolare e grassoso e la ricostruzione del seno, il rimodellamento e riposizionamento della ghiandola mammaria residua.

L’intervento è condotto in anestesia generale, con una notte di ricovero in clinica e, qualunque sia la tecnica, lascia sempre una cicatrice a T rovesciata.

GRADO IPERTROFIE

  • Le ipertrofie mammarie possono essere di grado diverso:
  • ipertrofie ghiandolari essenziali
  • ipertrofie adipose, associate in genere ad una obesità generalizzata
  • ipertrofie mammarie miste
  • ipertrofie post gravidiche
  • ipertrofie della menopausa, dovute in genere ad un aumento della componente adiposa che subisce un processo degenerativo (liposclerosi) Intervento chirurgico

POST OPERATORIO

Medicazione compressiva per 24-48 ore.

Rimozione delle suture dopo 10-14 giorni dall’intervento; ecchimosi, gonfiore per 1-2 settimane dopo l’intervento; reggiseno contenitivo per un mese.

MASTOPESSI

PER SENO CADENTE O SVUOTATO

Questo intervento riporta il seno nella sua posizione originaria riacquistando un aspetto più pieno ed è più voluminoso.

Adatto quando i seni sono rilassati, il seno è molle e cadente con pelle in eccesso, a causa di forte dimagrimento con presenza di un seno svuotato e rilassato.

Permette di riposizionare il capezzolo ed eventualmente rimuovere un leggero eccesso di pelle; in questo caso è sempre preferibile abbinare l’utilizzo di una protesi per garantire alla mammella una proiezione adeguata, che diversamente tenderebbe a essere insufficiente.

Ci sono altresì dei casi in cui, quando il polo mammario inferiore è molto pieno, è possibile eseguire la tecnica dell’auto protesi

L’intervento viene condotto in anestesia generale.

GRADO CORREZIONE

In base al difetto da correggere l’intervento viene personalizzato:

  • Inserimento di protesi (anche di diverse dimensioni)
  • Rimodellamenti ghiandolari
  • Mastopessi
  • Asportazione e/o rimodellamento della capsula periprotesica o all’utilizzo del proprio grasso.

Correzione della Ginecomastia

SENO MASCHILE

Lo sviluppo del seno è un fenomeno fisiologico normale per ogni ragazza, ma anche nell’uomo, attraverso l’età puberale, si verifica una certa attività ghiandolare cessa passata l’adolescenza.

Il rigonfiamento della zona del torace può essere anche molto evidente e l'inestetismo in questione è il pettorale maschile con un aspetto femminilesimile ad una mammella.

Il motivo di tale proiezione è la formazione di un tessuto adiposo (Ginecomastia Falsa) o ghiandolare nella zona interessata (Ginecomastia Vera).

L’eliminazione dell’eccesso di ghiandola e di adipe risolve in modo efficace e definitivo l’imbarazzo legato a situazioni di promiscuità o intimità con la partner.

PERCHE' FARE L'INTERVENTO

La correzione della ginecomastia o pseudo ginecomastia è importante per ripristinare l’autostima e la sicurezza personale del paziente.

In generale, si consiglia di attendere fino all’età di 18 anni.

ANESTESIA LOCALE

L’intervento chirurgico è di breve durata, si svolge in anestesia locale + sedazione ed il paziente, evitando l’anestesia generale (e i relativi disagi) ed il paziente è in grado di tornare a casa già dopo qualche ora dall’intervento in totale sicurezza.

INTERVENTO

L’intervento per il rimodellamento del torace si svolge in giornata, senza che ci sia necessità di ricoverare il paziente.

La correzione della pseudo-ginecomastia (ginecomastia falsa), avviene con una procedura molto simile ad una mini liposuzione. Il chirurgo pratica una breve incisione a lato della mammella, in un punto poco visibile, quindi inserisce una cannula di diametro ridotto per aspirare l’adipe in eccesso.

Al termine si applica un punto di sutura e il bendaggio compressivo per evitare un edema eccessivo.

Leggermente diversa è la procedura chirurgica per la correzione della ginecomastia vera.

Il rimodellamento del torace avviene quindi eliminando gli eccessi ghiandolari con una incisione realizzata lungo un breve tratto del perimetro areolare, in modo che la cicatrice che si forma in seguito sia praticamente impercettibile. Asportata la ghiandola, l’intervento si conclude con la sutura estetica e il bendaggio.

Entrambe le procedure hanno una durata di circa 30/40 minuti e sono risolutive.

POST OPERATORIO

Un gonfiore nella regione pettorale è sempre presente dopo l’intervento e inizia a diminuire dopo il terzo o quarto giorno fino a scomparire del tutto dopo una ventina di giorni.
Una medicazione compressiva è posta alla fine dell'intervento e viene rimossa dopo 48 - 72 ore e viene sostituita da una fascia elastica che verrà indossata per circa 15 giorni.

DEL PERO DOTT. CLAUDIO | 124, Viale P.L. Nervi - 04100 Latina (LT) - Italia | P.I. 02809800598 | Cell. +39 338 9760525 | claudio.dp@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite