RINOPLASTICA

L'intervento di Rinoplastica mira a correggere gli inestetismi del naso.

Esso permette infatti di eliminârne irregolarità più o meno vistose del dorso, come ad esempio il gibbo, di migliorare Ia punta nasale rendendola più sottile e proporzionata, restringendo il naso qualora esso si presenti largo.
Quando coesistono problemi respiratori, all'intervento può venir associata la chirurgia del setto nasale (Settoplastica).

OTOPLASTICA

Con l'intervento di Otoplastica possono essere corrette in età prescolare e scolare Ie cosiddette "orecchie a sventola" che
rappresentano, specie dal punto di vista psicologico, un problema complesso per il giovane paziente.

MENTOPLASTICA

L'eccessiva proiezione del mento (ipermentonismo) o al contrario, una scarsa rappresentazione di questo (mento sfuggente),possono essere corretti mediante un innesto in grado di poterne aumentare le dimensioni; mentre in caso di ipermentonismo si esegue un rimodellamento del mento.

Ambedue le metodiche consentono di ottenere una migliore armonizzazione del viso.

Può essere associato alla rinoplastica (Profiloplastica).

LABBRA

L'aumento di volume delle labbra può essere ottenuto sia mediante I'impianto di materiale compatibile con l'organismo
(Acido laluronico, ed altri fillers) sia utilizzando tecniche chirurgiche le quali permettono di ottenere aumenti di volume senza ricorrere a materiale estranei.

BLEFAROPLASTICA

Può essere interessata la palpebra superiore, la palpebra inferiore o entrambe.

L'intervento chirurgico permette di rimuovere Ie antiestetiche borse che in alcuni casi appesantiscono le palpebre superiori e inferiori, conferendo al volto un aspetto starco.

Questo inestetismo è dovuto nei casi più banali a semplice eccesso cutaneo, mentre a volte, può essere presente anche un'ernia del tessuto sottocutaneo che fuoriesce dal muscolo orbicolare.
L'intervento viene eseguito in anestesia locale, in presenza di un anestesista.

Si procede quindi alla rimozione dell'eccesso cutaneo ed eventualmente alla escissione del muscolo orbicolare e del grasso adiposo che forma le borse palpebrali.

I punti di sutura vengono rimossi dopo 3/5 giorni.

E'bene tener presente che la cute palpebrale, sottile, cicatrizza con rapidità e senza problemi, con esiti estetici alquanto soddisfacenti.

LIFTING

Questo intervento permette di trattare la regione frontale, il viso e il collo.
L'eccesso di cute viene asportato e si ha inoltre Ia possibilità di intervenire sui tessuti profondi.

L'intervento appiana le rughe, elimina Ia flaccidità della cute del viso e del collo, ridona tono alla pelle.

Può essere associato a blefaroplastica e/o lipoaspirazione del grasso sottomentoniero.

MINI-LIFTING MIRATI

Lifting diretto dei sopraccigli

Si tratta di escindere una piccola banda di tessuto cutaneo superiormente al sopracciglio, allo scopo sia di attenuare un vistoso appesantimento della cute in quella zona, sia di rimuovere I'eccesso di rugosità in regione periorbitaria laterale (comunemente detto "zampa di gallina").

L'intervento si svolge in anestesia locale e rappresenta una ottima altemativa a liftings più complessi

mini-lifting temporale

Nei casi in cui è presente un rilassamento dei tessuti muscolocutanei del volto (a partire dalla regione frontale, scendendoattraverso la regione zigomatica, sopracciliare, per finire alle regioni peri-commisurale), è indicato eseguire questo intervento, il cui scopo ultimo è il riposizionamento muscolare e cutaneo nelle sedi anatomiche originali.

DEL PERO DOTT. CLAUDIO | 124, Viale P.L. Nervi - 04100 Latina (LT) - Italia | P.I. 02809800598 | Cell. +39 338 9760525 | claudio.dp@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite